Acne rosacea: cose fondamentali da sapere – Skincare blog bSoul

cosa devi sapere||

Oggi parliamo di acne rosacea

Il mio obiettivo è quello di darti informazioni utili e consigli pratici per comprendere meglio questo inestetismo.

Uno degli aspetti più fastidiosi dell’acne rosacea sono le pustole, quei brufoletti rossi e “dolorosi” che si formano sugli zigomi, sul mento, sul naso e intorno agli occhi.

Considera che l’acne rosacea è un inestetismo su base infiammatoria, caratterizzato sempre da un’accentuata vaso dilatazione.

Quindi la prima cosa da fare è evitare tutto ciò che infiamma, scalda o irrita la pelle.

Cosa succede? Perché la pelle si riempie di questi fastidiosi brufoletti circondati da un rossore evidente e da pelle spessa e disidrata?

Il responsabile delle pustole dell’acne rosacea è un acaro: il Demodex Folliculorum

Per essere più precisa, il vero responsabile è un bacillo che vive nell’intestino e sulla pelle di questo acaro, il Bacillo Oleronius.

Il Demodex fa parte della flora microbica della cute, non è contagioso e non è patogeno (cioè non provoca malattie).

Nella pelle con acne rosacea, sia il Demodex che il Bacillo Oleoronius, sono particolarmente abbondanti.

Questo favorisce l’infiammazione e l’irritazione della cute.

Come forse già sai, l’equilibrio della flora batterica si basa sul rapporto fra le varie popolazioni di batteri e funghi, che in sinergia tra loro, lavorano per difendere la nostra pelle dalle infezioni.

Alcuni sostengono che questi si annidano in prossimità delle zone con maggiore presenza di ghiandole sebacee, dato che il Demodex si alloggia nelle ghiandole sebacee.

Ma questo mi lascia un po’ perplessa.

Perché allora vengono sulla palpebra oppure sull’esterno dello zigomo?

C’è ancora qualcosa che mi sfugge, nelle spiegazioni degli studiosi.

Nella pelle con acne rosacea sono particolarmente alti i livelli di VEGF (fattori di crescita dell’endotelio vascolare, cioè della sottile parete dei vasi capillari).

Per questo motivo la pelle appare così rossa e con capillari evidenti, oltre a diventare davvero sensibile agli stimoli esterni.

Scusa l’introduzione un po’ troppo tecnica, ma ritengo importante capire l’inestetismo per poterlo controllare.

Perché controllare?

L’acne rosacea non guarisce, anzi, se trascurata è degenerativa.

Le cause non sono ancora certe.

Si manifesta prevalentemente in età adulta, può essere innescata da cortisonici e da forti stress, sia della cute che emotivi.

Anch’io soffro di acne rosacea da circa 7 anni ed in base alle mie conoscenze ho messo a punto un po’ di strategie di successo, quantomeno per tenerla sotto controllo.

Vediamole punto per punto.

L’alimentazione è fondamentale, dovresti ridurre al minimo:

  • carne
  • formaggi
  • dolci
  • zuccheri e tutto ciò che li contiene
  • farine bianche
  • alcolici
  • cibi piccanti
  • fritti e soffritti

Questo soprattutto quando la rosacea è in fase acuta.

Prediligi gli acidi grassi essenziali (in particolare gli Omega 3) per la loro spiccata attività antinfiammatoria.

blog sugli acidi grassi1

blog sugli acidi grassi2

Cerca di alleggerire la quantità di glutine, inserendo nelle tue abitudini riso integrale e quinoa.

Prediligi frutta e verdura di stagione, variando il più possibile i colori (verde, viola, giallo, arancione)

1. Prenditi cura dell’intestino.
Una corretta igiene intestinale, favorisce un buon funzionamento del nostro sistema immunitario e evita il muco e le infiammazioni.

Mantieni le tue funzioni fisiologiche regolari e se soffri di stitichezza, colite o disbiosi (alterazione della flora batterica intestinale), rivolgiti ad uno specialista che possa aiutarti.

Io preferisco un bravo naturopata oppure la mia pulizia interna, attraverso fermenti lattici, correzione dell’alimentazione, agopuntura o moxa.

2. Non esporre la pelle ai raggi diretti del sole

3. Se fai il bagno in piscina o al mare, sciacqua la pelle con acqua dolce e senza cloro

4. Non indebolire mai la barriera cutanea con detergenti aggressivi, scrub ripetuti, spazzoline e soprattutto con leviganti

5. Evita tutti i cosmetici che contengono plastiche e polveri

vedi blog sul trucco che danneggia la pelle

Vedi video sui prodotti che contengono plastiche

Immagina una pelle con una forte infiammazione e un’eccessiva presenza di acari e bacilli, impacchettati sotto una “bella pellicola di plastica e/o polvere”!

6. Integra una corretta alimentazione con un buon antiossidante, dove c’è infiammazione c’è sempre un carico di radicali liberi.

7. Tieni un diario. La rosacea subisce peggioramenti ciclici, in un periodo del mese oppure dell’anno.

Ti aiuterà a comprendere quali sono i periodi peggiori e a cosa sono legati.

Ti aiuterà a prevenire il peggioramento, adottando un regime alimentare più mirato nei periodi in cui di solito vedi aggravarsi l’acne rosacea.

8. Pulisci mattina e sera la pelle con una detersione fisiologica e idrata la pelle con una crema priva di plastiche, che rispetti l’equilibrio del pH e dell’idratazione.

Puoi trovare il kit base con queste caratteristiche presso tutti i centri bSoul:

Trova centri bSoul nella tua citta (Toscana, Emilia Romagna)

Se nella tua città non ci sono centri bSoul, clicca qui

Kit base normalizzazione fisiologica

Piccola precisazione che io adoro fare

Allargando la visione di questo inestetismo, secondo la medicina cinese, la pelle e soprattutto la zona dello zigomo ed il naso, sono legati ai polmoni.

Prova a pensare al tuo quadro respiratorio, riniti, allergie, sinusiti, bronchiti, asma, ecc.

Volendo allargarla ancora un po’, i polmoni sono legati, sempre secondo la medicina cinese, alla disciplina e al pretendere un po’ troppo da se stessi e dagli altri, diciamo…

pretendere la perfezione😅

Volendo allargarla ancora un po’, i polmoni sono legati all’intestino.

Aldilà del legame già menzionato dell’intestino con l’acne rosacea, secondo la medicina cinese, l’intestino è legato al “lasciare andare”.

Fai una riflessione su questi temi e fammi sapere se c’è qualcosa tra questi che ti suona familiare:

  • “Pretendere troppo da se stessi e dagli altri”
  • “Difficoltà a lasciare andare”
  • “Bisogno di controllare”

Chissà, io le ho sviscerate una ad una, nonostante i miei 50 anni, ancora mi appartengono, mitigate, ma ancora presenti.

Scusa il blog chilometrico.

Se ami essere informata e vuoi conoscere cose sulla salute e sulla cura della pelle che nessuno ti dice, iscriviti alla mia newsletter, riceverai informazioni e suggerimenti che ti aiuteranno a fare scelte sagge in futuro.

Iscriviti alla newsletter e scegli l’argomento più interessante per te.

Puoi anche iscriverti al nostro canale youtube e ricevere ogni settimana video e tutorial su come trattare la pelle per mantenerla giovane e bella.

Iscriviti al canale youtube 

Ps non dimenticare di attivare le notifiche per essere avvisata quando esce un nuovo video.

Sono sicura che scoprirai cose che ti aiuteranno ad avere una pelle “bella senza trucco”… è una promessa!

Un abbraccio

Martina💚

Lascia un commento